Rilasciato il nuovo sito del Sistema Museale Irpino, curato dal team Metoda per la P.A. Digitale e realizzato con la supervisione della Sovraintendenza dei Beni Culturali

Ultima modifica: 28 Ottobre 2018
best_p

Frutto di un impegno durato oltre un anno e di una collaborazione multidisciplinare di successo condotta da un team di esperti quali tecnici informatici, project manager, consulenti di digital transformation, archeologi, professionisti di fotografia, regia e marketing, è da oggi in linea il sito del Sistema Museale Irpino, accessibile al link https://www.sistemamusealeirpino.it .

Metoda SpA, la società del Gruppo Metoda dedicata ai progetti e alle piattaforme per la Pubblica Amministrazione e che dal 1990 supporta con le proprie soluzioni informatiche molti comuni campani, ha guidato questo progetto ambizioso che prevede sia l’allestimento di nuovo percorso espositivo e l’implementazione di installazioni multimediali di un’intera sezione del Museo Irpino sia azioni mirate di marketing territoriale volte ad unificare un prodotto fino ad oggi non sufficientemente articolato. Il Museo funge da tramite ed accesso all’insieme del sistema museale complesso attraverso le nuove applicazioni multimediali che sono state sviluppate, compresa una APP che verrà rilasciata a breve con funzionalità di realtà aumentata e di gaming.

Tutto il materiale descrittivo originale storico/didattico che è stato realizzato ha richiesto centinaia di ore di studio per la produzione effettuata con l’ausilio di archeologi esperti dei luoghi.
Il cuore tecnologico sarà visionabile presso il Museo Irpino di Avellino nel Complesso Monumentale Carcere Borbonico, dove sono presenti molte installazioni multimediali con rappresentazioni di altissimo contenuto scenico prodotte in collaborazione con il CNR e professionisti della fotografia e della regia.

In questo progetto Metoda ha assunto non solo il ruolo di driver delle numerose soluzioni tecnologiche implementate, ma soprattutto si è dimostrata un’azienda in grado di realizzare con successo “sul campo” un museo multimediale dalla A alla Z, in tutti i suoi aspetti tecnologici e di contenuto, con risultati e competenze che vanno ben oltre quelli dell’ICT.

Avellino, 26 Ottobre 2018